Equidomus

Barzellette

Puoi pubblicare subito la tua barzelletta in questa rubrica, è sufficiente essere iscritti al Portale del cavallo.

Se sei già iscritto effettua subito la login e dal pannello di controllo clicca sul link "Pubblica una tua barzelletta".
Se non sei ancora iscritto, registrati subito cliccando qui e riceverai la password per poter utilizzare gratis tutti i servizi del Portale del Cavallo


Data
Barzelletta
Autore
14/09/2010
La sera del 24 Dicembre, un rappresentante di articoli per equitazione gira per il Piemonte cercando di completare il giro prefissato per gli auguri ai migliori negozianti. E’ una sera difficile, piena di nebbia, fredda e nevosa. Fra una visita e l’altra, cercando di fare presto per tornare a casa in tempo per la cena, sbaglia strada e arriva su un tratto sterrato che sembra finire nel nulla. La macchina sobbalza e si spegne. E’ quasi buio e nel riflesso della neve l’uomo scende e aprendo il cofano cerca invano di capire cosa non vada. Tocca di qui e di là ma non risolve nulla. Ad un certo punto preso dallo sconforto e dal panico sente una voce alle spalle. Si volta di scatto impaurito e vede solo un cavallo grigio, in un recinto che la nebbia aveva nascosto. Scrolla la testa credendo di aver avuto un’allucinazione per l’ansia, ma la voce si ripete.
" Devi collegare il cappuccetto delle candele." Sente alle spalle
Con il cuore che batte furiosamente guarda di nuovo il cavallo
" Sì, sono io a parlarti, fai quello che ti dico e la tua auto partirà. "
Terrorizzato esegue il controllo e scopre che in effetti un cappuccetto è saltato via. Lo collega e guarda di nuovo il cavallo, ma questo è scomparso.
Mette in moto e l’auto riparte.
Tremando per l’emozione si ferma un pò più avanti dove trova un paesino con un bar ancora aperto e decide di prendere qualcosa di forte e chiedere informazioni.
Il barista lo serve e vedendo la sua faccia sconvolta gli chiede se va tutto bene.
"Sa...non so nemmeno come dirlo mi crederà pazzo...ma avevo rotto l’auto e ...un cavallo mi ha consigliato..."
"E che colore era il cavallo?" Chiede preoccupato il barista
"Grigio"
"Meno male, lei è fortunato, se era quello morello non ne capiva nulla di motori!"
PATRY
14/09/2010
Un cavallo e un’oca giocavano in un prato, quando improvvisamente il cavallo cadde in una pozzanghera melmosa. Non riuscendo a tirarsi fuori da solo, chiese aiuto all’oca.
L’oca andò a cercare il contadino, ma non trovandolo decise di prendere in prestito la sua BMW. La guidò fino alla pozzanghera, attaccò una corda al paraurti e la lanciò al suo amico cavallo.
Fece retromarcia e riuscì così a salvare il cavallo.
Qualche giorno più tardi, l’oca e il cavallo stavano di nuovo giocando nel prato e questa volta cadde nella pozzanghera l’oca. L’oca chiese aiuto al suo compagno di gioco dicendogli di andare a chiamare il contadino...
Alchè il cavallo disse "non c’è bisogno ci penso io!"
Il cavallo stirò in tutta la sua lunghezza il suo pene e disse all’oca : "aggrappati che ti tiro fuori". L’oca ubbidì e si tirò fuori sana e salva.

MORALE DELLA STORIA: se sei dotato come un cavallo non hai bisogno di una BMW per rimorchiare un’oca.
Valeria
14/09/2010
Un tizio con la sua auto è in giro per le colline della Maremma. Sente il motore che balbetta un po’, si ferma, e guarda dentro al cofano:
"Sarà la testata?".
A quel punto sente una voce alle sue spalle: "E’ lo spinterogeno!".
Si gira spaventato, ma nulla.
Solo un cavallo pascola li’ vicino. Si china sul motore e continua ad osservarlo: "Sara’ qualche fascia dei cilindri?".
Di nuovo la voce : "E’ lo spinterogeno!!".
Si rigira di scatto e sorpreso nota il cavallo che ha parlato!
Allora si mette a correre a rotta di collo e, arrivato al primo bar dice al barista: "Bisogna avvisare i giornali, la TV... una cosa incredibile! Mentre controllavo il motore della mia auto guasta ho sentito una voce che diceva: "E’ lo spinterogeno!". Mi sono girato ed ho visto un animale che parlava!".
Un vecchietto li’ vicino gli chiede: "Cosa era? Un cavallo?".
"Si’! Un cavallo!".
Ed il vecchietto: "Con una stella bianca in fronte?".
"Si’!...Si’! Proprio lui!!".
Ed il vecchietto: "Ma quello li’ non capisce un acidente di motori...!"
Alessia
14/09/2010
Un proprietario di un bellissimo stallone lancia una sfida:
"A chiunque riesca a far ridere il mio cavallo darò 50.000 euro"
Accorrono in tantissimi, chi prova a fargli il solletico, chi usa la piuma d’oca sotto il naso... provano in tutti i modi ma nessuno riesce, finchè arriva un signore e dice al proprietario:
"Le giuro che farò ridere il suo cavallo, ma riderà così tanto che gli scenderanno perfino le lacrime dagli occhi!"
Ma il proprietario non ci crede.
L’uomo allora si avvicina al cavallo e gli sussurra qualcosa all’orecchio e il cavallo inizia a ridere e ride per giorni e giorni.
A quel punto il proprietario disperato lancia una nuova sfida:
"A chiunque riuscirà a far ritornare serio il mio cavallo darò 100.000 euro!"
Anche questa volta accorre molta gente ma nessuno riesce a far ritornare serio quel cavallo, a un certo punto il proprietario vede ritornare il famoso signore che dice: "Come l’ho fatto ridere lo farò ritornare serio."
Il proprietario non ne era molto convinto ma lo lasciò provare.
L’uomo va nel box del cavallo, dopo qualche secondo esce soddisfatto, il proprietario va a vedere e il cavallo è serissimo.
Allora incuriosito chiede:
"Midica almeno come ha fatto!"
e l’uomo:"Bè, è stato molto semplice: per farlo ridere gli ho detto che io l’avevo più grosso di lui e per farlo ritornare serio gliel’ho fatto vedere!!!"
KissKiss