Guidolin Equibar

Finale FEI Nations Cup™: Italia quarta a Barcellona

Gli azzurri sono stati protagonisti di una finale al cardiopalma

_2017/Pisani_chaclot_Orangephoto.jpg
(Nella foto © FISE/Davide Mombelli Orangephoto: Riccardo Pisani su Chaclot)
L’Italia ha chiuso al quarto posto la finalissima di FEI Nations Cup™ che si è chiusa oggi, domenica 7 ottobre, al Real Club de polo di Barcellona in Spagna. Gli azzurri avevano ottenuto la qualifica per l’ultima fase della finale proprio venerdì scorso, quando con una prestazione davvero eccellente hanno chiuso al primo posto ex aequo con l’Austria la prima manche della gara. 
 
Il Team agli ordini di Duccio Bartalucci e composto dall’aviere capo Luca Marziani su Tokyo du Soleil (8); Riccardo Pisani su Chaclot (0); appuntato scelto Bruno Chimirri su Tower Mouche (8) e 1° aviere Lorenzo De Luca su Ensor de Litrange (8) ha concluso la gara odierna con un totale di 16 penalità. L’Italia ci è andata davvero vicina questa sera a Barcellona, perché a vincere è stato il Belgio con 12 penalità. Gli azzurri hanno ceduto il passo con le 8 penalità di Lorenzo De luca, arrivate proprio sugli ultimi due salti, dopo un percorso davvero eccezionale. Davvero poco ha separato i nostri azzurri da questa vittoria. Migliore in campo della formazione italiana è stato il lombardo Riccardo Pisani, che dopo il netto di venerdì sera è riuscito a replicare la stessa prestazione agli ostacoli anche oggi. 
 
La vittoria, dicevamo, è andata al Belgio con 12. Dal secondo al quinto posto, tutti con 16 penalità, in un tracciato in cui gli errori sono arrivati un po’ per tutti; a fare la differenza è stato il cronometro. Dunque secondo posto per la Francia (16; 223,69); terzo per l’Irlanda (16; 231,13); quarto per l’Italia (16; 232,89); quinta l’Olanda (16; 233,85). Seguono dal sesto all’ottavo posto nell’ordine: Svezia (20; 229,44); Austria (20; 235,13) e Svizzera (32). 
 
Da segnalare, nella giornata di oggi, il bel terzo posto del 1° aviere scelto Giulia Martinengo Marquet in sella a Elzas nel Caixabank Trophy, gara a due manches, chiusa dall'amazzone azzurra senza errori e con il tempo di 53"22. 
 

REDAZIONE
Fonte: FISE

Commenti

SALTO OSTACOLI: leggi anche...