Guidolin eQuiSnack

GRUPPO ITALIANO ATTACCHI. Con Stile Italiano - parte 1/2

Di Lester Dagge. Photo credits Dario Mastria, Luigi Mossali e Giovanni Vitale

_2017/Schermata-07-2458691-alle-17.20.06.jpg
Ewan McInnes di Aberdeen con pariglia di olandesi e Dog car di Kinross


_2017/Schermata-07-2458694-alle-15.14.39__1.jpg
Pino Usai, Milord di fattura francese e pariglia di Spagnoli, vincitore nella Cat. Pariglie

_2017/Schermata-07-2458694-alle-15.13.26__1.jpg
Alberto e Massimo Marini, primo e secondo nella Categoria
Singoli.

_2017/Schermata-07-2458694-alle-15.12.19__1.jpg
Cavallo di Leonardo ingresso dell´Ippodromo San Siro in basso: Valentino Pozzer, Emma Alessandrà, Alessandra Gerardini, le corse, Edgardo Goldoni, i Giudici e Giuseppe Marzullo.

_2017/Schermata-07-2458694-alle-15.11.41__1.jpg
Francesca Consolini, che conquista il primo posto di categoria nella Tappa e nel Trofeo Sportivo Amatoriale


Ho avuto il grande privilegio di essere chiamato a giudicare al 3^ Concorso Internazionale di Attacchi di Tradizione “Carrozze a San Siro” a Milano all’inizio di maggio.
 
Come consulente di design e appassionato guidatore di carrozze nel Regno Unito, essendo già passati diversi anni dall’ultima volta che avevo visitato Milano, la capitale dello stile nel mondo, ho accettato e trovato il tempo di fare una breve visita al centro della città per ammirarne la straordinaria l’architettura, il Duomo, e rendere omaggio a Leonardo nel 500esimo anniversario
e al meglio del design milanese.
 
 
LA GARA SPORTIVA
 
La mia prima giornata è iniziata con una visita al prestigioso Ippodromo del Trotto “La Maura”, dove il Gruppo Italiano Attacchi ha tenuto la sua gara sportiva
amatoriale.
 
Circa 17 concorrenti hanno partecipato all’entusiasmante competizione con una grande varietà di cavalli e moderne carrozze sportive.
 
Era affascinante vedere la diversita’ di razze di cavalli e di attacchi, dai piccoli pony singoli ai grandi Tiri a 4 di cavalli.
 
Quello che mi ha colpito è stata la varietà di razze straniere utilizzate, cosa che normalmente non vediamo nel Regno Unito.
 
Ricordo di aver notato cavalli olandesi, spagnoli, ungheresi, tedeschi, inglesi, e, naturalmente, della mia razza locale, i pony Welsh che venivano guidati con grande efficacia.
 
È stato anche bello vedere una tale differenza di età nei driver in competizione, in particolare dai giovanissimi di 8 anni agli esperti in età matura, tutti in competizione su una base di parità, il che mostra come la guida in carrozza accolga e appassioni persone di tutte le età ed abilità.
 
Il percorso per il concorso sportivo era allestito in un’incantevole arena chiusa, normalmente utilizzata come pista da allenamento coperto per i cavalli da corsa Il commento durante la gara da parte di Emanuela Brumana e’ servito per mantenere tutti ben informati ed interessati, ingrediente essenziale di ogni evento di attacchi.
 
Il percorso ha proposto sfide interessanti per i concorrenti, in particolare quando alcuni hanno dimenticato la linea e la sequenza delle porte e hanno dovuto continuare con conseguenti limitazioni di tempo.
 
Quando tutti i concorrenti hanno concluso la seconda manche, si sono radunati e in sfilata si sono diretti fino all’Ippodromo del Galoppo di San Siro e tutti i posti disponibili sulle carrozze sono stati rapidamente requisiti.
 
All’arrivo all’ippodromo, abbiamo dovuto aspettare un po’ per rispettare il programma delle corse pomeridiane, ma sfortunatamente la natura aveva altri progetti: un tuono e una tempesta di fulmini seguiti da una pioggia torrenziale, ci facevano abbandonare i nostri piani per una presentazione di alto profilo davanti alla tribuna principale.
 
Un rapido ritorno alla base con tutti gli attacchi e, quando tutti avevano staccato rapidamente, seguiva una presentazione e una premiazione a piedi nell’edificio principale dell’Ippodromo.
 
Ai vari vincitori di categoria sono state conferite targhe molto ricercate offerte dal CEO della struttura Snaitech San Siro, Stefano Marzullo.
 
E’ stato bello vedere il suo entusiasmo di benvenuto ai guidatori in carrozza: un grande supporto per lo sport degli attacchi.
 
 
 
IL CONCORSO INTERNAZIONALE DI TRADIZIONE
 
Il secondo giorno di gara a San Siro ha offerto l’opportunità ai membri del GIA di mostrare il loro entusiasmo e la loro passione per la guida in carrozza utilizzando le carrozze tradizionali.
 
Tenuto di nuovo all’interno della pittoresca arena del centro La Maura, il CIAT San Siro fa parte dei Concorsi internazionali di Attacchi di Tradizione organizzati dalle Associazioni affiliate all’AIAT che seguono lo stesso format in tutta Europa.
 
I giudici sono tutti addestrati agli stessi standard e sono ingrado di identificare e giudicare la varietà di attacchi presentati. Quest’anno, insieme ai giudici italiani Matteo Bianco e Antonio Grasso, sono stato onorato di giudicare circa 24 diversi attacchi.
 
Quasi metà dei concorrenti erano nuovi arrivati alla guida tradizionale, quindi eravamo molto attenti a incoraggiarli e consigliarli, oltre che ad offrire critiche costruttive.
 
Sono rimasto piacevolmente colpito dallo standard di Presentazione, è stato apprezzato il fatto che tutti abbiano fatto uno sforzo enorme per essere presenti a questa competizione.
 
Come parte del protocollo di valutazione, vengono considerati cinque elementi chiave tra cui impressione generale, carrozza, cavallo, finimenti e passeggeri.
 
 
Soprattutto, cerchiamo di controllare la sicurezza e ci assicuriamo che tutto sia corretto in carrozza, dato che successivamente dovranno intraprendere 12 Km di Routier e dobbiamo assicurarci che tutto vada per il meglio.
 
Se una carrozza o un finimento sono considerati pericolosi, consigliamo e suggeriamo di apportare modifiche.
 
Siamo molto consapevoli che il benessere del cavallo è al primo posto, quindi osserviamo eventuali segni di piaghe o disturbi dell’equide.
 
L’abbigliamento e la presentazione del conducente e dei passeggeri devono essere in linea con la carrozza e ci aspettiamo che tutti siano vestiti elegantemente.
 
Infine, l’impressione generale viene basata sia sicurezza dei cavalli, sia sul fatto che il tutto sembri un quadro piacevole.
 

Redazione


Fonte: Gruppo Italiano Attacchi

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...

INSTAGRAM TAKİPÇİ SATIN AL UCUZ twitter TAKIPCI AL likit al